Sindrome del tunnel carpale – 91% dei nostri pazienti consiglierebbero curpal®

Contenuti

curpal® zählt zu den so genannten manuellen Therapien des Karpaltunnelsyndroms und gilt als eine viel versprechende Ergänzung der konservativen Therapiemöglichkeiten. Weil curpal® ein völlig neuartiger Behandlungsansatz ist, zu dem es noch keine Studien gibt, haben wir unsere Kunden und Kundinnen nach ihrer Zufriedenheit befragt. 297 haben geantwortet – hier sind die Zahlen.

In totale, abbiamo intervistato circa 350 clienti tra ottobre 2020 e marzo 2021 e abbiamo ricevuto 297 risposte, tra cui 631 donne TP3T e 371 uomini TP3T.

sindrome del tunnel carpale kt
Karpaltunnelsyndrom - 91% unserer Patienten würden curpal® weiterempfehlen

Alla domanda sulla durata dell'uso, 46% ha dichiarato di aver utilizzato curpal® per 4 settimane, 51% ha indicato un periodo di utilizzo di 6 settimane, il resto ha utilizzato 8 settimane o più. Devi sapere che il periodo minimo di applicazione dovrebbe essere di 6 settimane.

In caso di disturbi più gravi o che sono esistiti per un periodo di tempo più lungo, potrebbe essere necessario più tempo prima che i sintomi si riducano.

Come valuti la maneggevolezza?

Abbiamo anche chiesto ai nostri clienti come manipolazione del bracciale giudice. Ecco i risultati:

Sindrome del tunnel carpale | Curpal
Karpaltunnelsyndrom - 91% unserer Patienten würden curpal® weiterempfehlen

Wie waren Ihre Beschwerden vor der Behandlung des Karpaltunnelsyndroms?

12% ha dichiarato di soffrire di un leggero disagio. 46% ha riportato sintomi più gravi, svegliandoli di notte dal dolore; e almeno 25% ha dichiarato di aver avuto disturbi molto gravi prima del trattamento, che hanno interrotto il loro sonno più volte durante la notte. 17% degli intervistati ha lamentato solo di giorno o solo di notte.

Sindrome del tunnel carpale | Curpal
Karpaltunnelsyndrom - 91% unserer Patienten würden curpal® weiterempfehlen

Quanto spesso hai usato curpal®?

La raccomandazione per l'applicazione di curpal® è 3 x 3 x 3, il che significa tre volte al giorno, ad esempio al mattino, a mezzogiorno e alla sera, tre volte tre minuti di trattamento consecutivi, ciascuno con una breve pausa . Due terzi di utenti anche implementato questa raccomandazione, un terzo trattato meno frequentemente. Questo gruppo comprendeva la maggior parte dei pazienti che sentivano che il trattamento non soddisfaceva le loro aspettative.

Sindrome del tunnel carpale | Curpal
Karpaltunnelsyndrom - 91% unserer Patienten würden curpal® weiterempfehlen

E quanto successo ha avuto il tuo trattamento?

Per quanto riguarda la riduzione dei sintomi, 22% ha dichiarato di non aver avvertito alcun cambiamento, 47% ha riportato un leggero miglioramento dei sintomi, 30% ha riportato un miglioramento significativo e 1% ha dichiarato di non aver avuto alcun sintomo dopo il trattamento con curpal®.

Sindrome del tunnel carpale | Curpal
Karpaltunnelsyndrom - 91% unserer Patienten würden curpal® weiterempfehlen

Quanti anni avevano gli utenti?

Oltre all'età, ci interessava anche la risposta alla domanda su come gli utenti hanno trovato curpal®.La nostra ipotesi è stata confermata qui: 91% ha trovato curpal® durante la loro ricerca su Internet, il dispositivo di 2% è stato consigliato da amici; almeno 2% si è fatto consigliare curpal® da un medico o terapista, e un altro 5% è venuto a conoscenza del nuovo metodo attraverso giornali e riviste.

Consiglieresti curpal®?

"Sì, consiglierei curpal® senza riserve", ha detto 67% dei pazienti trattati, 24% ha dato una raccomandazione con riserve e solo 9% non era apparentemente convinto e preferirebbe non raccomandare il bracciale. Pensiamo che questo sia davvero un buon risultato e uno stimolo per ulteriori miglioramenti.

Sindrome del tunnel carpale | Curpal
Karpaltunnelsyndrom - 91% unserer Patienten würden curpal® weiterempfehlen

Focus.online scrive quanto segue riguardo curpal

Diviso:

Articoli interessanti

Novità sul KTS

Vi terremo aggiornati e vi forniremo informazioni sui metodi di trattamento della sindrome del tunnel carpale.

curpal®

Non sei sicuro?

Fai l'autotest qui